Notizie

LETTERA DEL GIORNO

L’anima che si è abituata alla perenne presenza di Dio, guardando anche negli uomini la divina immagine “Faciamus hominem ad imaginem et similitudinem nostram”, e pigliando dalle mani di Dio, e non dalle mani degli uomini tutte le cose, andrà esente da quelle ribelli sensazioni di simpatia e antipatia, di amore disordinato e di odio che l’umana natura, corrotta dal peccato, è sempre pronta ad apprendere; e invece sarà sempre modificata dalla carità e, da questa, elevata alla contemplazione della economia del Divino Amore.

PROSSIMI EVENTI